Etichette autoadesive

Le etichette autoadesive sono prodotte in una vasta gamma di formati e vengono utilizzate in una gamma altrettanto ampia di ambienti. Le etichette sono spesso richieste per resistere a una serie di condizioni ambientali come il congelamento profondo (-50c) per alcune etichette alimentari, l’immersione in acqua per applicazioni marittime, lo sfregamento da ambienti difficili come l’etichettatura dei materiali da costruzione o il calore derivante da applicazioni di cottura o di prova. Alcune etichette sono progettate per un aspetto estetico, soprattutto per prodotti di alto valore o bottiglie di vino. Si segnala che una grande quantità di vino viene acquistata dall’etichetta e per questo motivo i produttori di vino stanno dando maggiore importanza al valore estetico delle etichette sulle loro bottiglie.

Altri sono progettati per la loro funzionalità e sono prodotti per trasmettere informazioni importanti come numeri di serie, numeri di tracciabilità e  etichette adesive personalizzate per bomboniere codici a barre. Esiste anche una vasta gamma di etichette di sicurezza utilizzate per proteggere l’imballaggio, per la protezione e la verifica del marchio o per proteggere situazioni ambientali come la conferma che le porte degli aerei siano sigillate, le porte dei container per la distribuzione.

Ci sono molte considerazioni quando si specificano i materiali da utilizzare nella costruzione di un’etichetta come il tipo di adesivo, il tipo di materiale di rivestimento, il tipo di supporto o supporto, la forma finita come su rotolo, su fogli, in confezioni piegate a ventaglio. Gli adesivi permanenti vengono utilizzati quando l’etichetta deve rimanere con il prodotto su cui è attaccata. La rimozione spesso richiede l’uso di un solvente o simili e generalmente comporterà il danneggiamento dell’etichetta durante il processo di rimozione. Allo stesso modo sono disponibili materiali extra fragili progettati specificamente per rompersi se si tenta di rimuoverli. Questi sono spesso visti usati per la protezione di beni di alto valore quando un ente emittente desidera identificare, proteggere e monitorare i propri beni.

Alcuni adesivi sono riposizionabili e secondo la loro descrizione sono progettati per essere rimovibili per i primi momenti che entrano in contatto con una superficie. Dopo essere stati applicati per un breve periodo, iniziano a legarsi in modo più permanente, fino a quando non perdono tutte le loro proprietà rimovibili.

Alcune applicazioni richiedono un’etichetta che possa essere rimossa in modo pulito da una superficie senza lasciare residui o danni durante il processo e questi sono chiamati adesivi rimovibili. Questi sono spesso utilizzati su indumenti, imballaggi come custodie per CD Jewel o per applicazioni in cui l’utente finale potrebbe voler conservare l’etichetta dalla confezione e attaccarla a un sistema di archiviazione o registrazione personale. Questi adesivi generalmente hanno una durata rimovibile e possono aderire in modo permanente dopo un paio d’anni.

Gli adesivi per il congelamento sono comunemente usati per etichettare alimenti e carne che devono essere conservati in condizioni di congelamento (-50c). Questi sono adesivi speciali e si legano bene soprattutto alle plastiche.

I substrati delle etichette, o materiali frontali come sono anche noti, sono tipicamente costituiti da carta, polipropilene, poliestere, polietilene, BOPP (polipropilene orientato biassialmente). Sono disponibili altri substrati per applicazioni speciali e possono essere realizzati per includere alcune caratteristiche di sicurezza come microparticelle per la verifica speciale del lettore, filigrane, fili sottili e lamine per valore estetico o di sicurezza.

Le etichette sono spesso presentate in rotoli su anime di cartone e sono adatte per l’applicazione manuale o meccanica. Le etichette possono essere fornite anche in fogli per sovrastampa su stampanti laser e inkjet, o in confezioni a ventaglio per caricatori speciali su alcune sovrastampanti industriali.